Pubblicato in: i luoghi dei libri

Una montagna di libri

Ci sono luoghi che sembrano costruiti per rendere felici i lettori, i bookworm, i patiti dei libri e… noi.
Uno di questi è stato progettato nel 2012 da MVRDV, studio olandese con sede a Rotterdam, a Spijkenisse proprio vicino alla grande città olandese.

Una biblioteca pubblica di 9.300 metri quadrati fatti di metallo, vetro, legno e una vera montagna di libri che culmina in uno spazio di lettura aperto in alto, per sfidare l’aria soffocante delle biblioteche di un tempo.

Una struttura a cinque piani,  simile a una piramide, con libri impilati su scaffali che si snodano intorno alle pareti di mattoni.
Notevole lo spettacolo di notte e bellissima la luce naturale durante il giorno, l’edificio vuole simboleggiare l’accessibilità alla letteratura e all’apprendimento.

Gli spazi dal design contemporaneo si rifanno però alla tradizione agricola della zona, uno dei riferimenti al passato agricolo della città è nel sistema di scaffali, fatto con vasi riciclati, economici e funzionali, ospitano infatti oltre 70.000 libri e possono contenerne altri 80.000.

“La biblioteca è stata pensata come un invito tangibile alla lettura”, hanno dichiarato gli architetti di MVRDV. ” Grazie alla cupola di vetro essa è visibile da tutti i lati, soprattutto dalla piazza del mercato adiacente, dove appare come una grande montagna di libri”.

Se per caso doveste trovarvi nei dintorni di Rotterdam vi consigliamo di andare a fare una gita in punta ad una montagna di libri.

MVRDV, Spijkenisse Book Mountain, nuova biblioteca di Spijkenisse, Olanda 2012

La montagna di libri
Dall’esterno di notte la trasparenza del vetro regala uno spettacolo di libri e luce
un percorso interno fatto di scale e strade interne porta fino al culmine della “montagna”
Pubblicato in: Senza categoria

Trentuno giorni di libri

#trentunogiornidilibridelBistrot

Buon lunedì Bistrottiani e buon Ottobre!

Da oggi partono i #trentunogiorni di libri del nostro Bistrot.
Una domanda al giorno vi terrà compagnia per tutto il mese di Ottobre.
Aspettiamo le vostre risposte! Potete commentare sotto al post, o condividere il post e scrivere la risposta citando comunque l’hashtag #trentunogiornidilibridelBistrot, oppure direttamente sul nostro Instagram!

Siete pronti? Via alla prima domanda!

01. Se dovessi partire con una navicella spaziale -e nessuna connessione ad internet per parecchio tempo- quali sono i cinque libri che porteresti con te? Se vuoi, motiva la risposta.

I cinque libri della Bistrotta Bianca:

1. Il signore degli Anelli, J.R.R. Tolkien (uno che vale tre, eheheh)
2. Il mondo dopo la fine del mondo, Nick Harkaway (bisogna pure ridere dispersi nello spazio profondo)
3. Il cavaliere inesistente, Italo Calvino (non so, vuoi mica partire senza almeno un libro di Calvino)
4. L’idiota, Fyodor Dostoevsky (non l’ho mai letto, quale occasione migliore)
5. American gods, Neil Gaiman (boh, sentite cinque sono troppo pochi, metto questo e chiudo lì)

I cinque libri della Bistrotta Rossella.
(E’ difficilissimo sceglierne solamente cinque. Per rispondere a questa domanda ho dovuto eliminare – cancellare, cancellare, riprendere e cancellare ancora – tanti titoli dalla mia lista e alla fine sono giunta a questi cinque libri)

1. The Night Circus, Erin Morgenstern
2. Harry Potter e il principe mezzosangue, J.K. Rowling
3. La figlia della mia migliore amica, Dorothy Koomson
4. Borderlife, Dorit Rabinyan
5. Non aspettare la notte, Valentina D’Urbano

Difficile? Lo sappiamo 😀
Provateci!

Immagine di proprietà del blog ESA/NASA